Archivi

Una romantica cascatella… di schiuma inquinante

Erano i primi anni ’80 quando dal nord della Ciociaria e dal sud della provincia di Roma ci si dirigeva verso un piccolo paesino dei monti Lepini, Sgurgola. Prima di salire, coppiette in vena di romanticismo e intere famigliole si fermavano ad ammirare il fiume Sacco che, complice un dislivello di qualche metro, formava una bellissima cascata. Come fosse possibile uno spettacolo così suggestivo, stile Niagara, con un salto di così pochi metri era – e non è un modo di dire – sotto gli occhi di tutti: schiuma. Bella, bianca, soffice, per dirla poeticamente con Giorgio Gaber. Ma di poetico non c’era granché.

E stiamo parlando di oltre 20 anni fa. Da allora ad oggi viene presumibile pensare che qualcuno degli organi preposti si sia accorto che qualcosa in quel corso d’acqua non andasse. E allora le domande sono conseguenti: chi ha fatto analizzare le acque in questi anni? Cosa è uscito dalle analisi? Perché nessuno – fino alle evidenze di questi tempi – ha mai pensato di farne un caso pubblico? Chi ha monitorato la salute dei cittadini? E soprattutto: chi li ha (o non li ha) tutelati?
E’ imbarazzante parlare oggi di un «caso» che di oggi non è. E allora, per favore, evitateci almeno le prese in giro, le facce sorprese, gli anatemi, le dichiarazioni di «intervento immediato». La gente, quella vera, quella che non vive nei Palazzi ma nelle case, è più di vent’anni che sa di cosa stiamo parlando. E le aziende che a Roma e in Ciociaria lavorano (e producono scorie) probabilmente lo sanno anche da prima. Solo i politici e le Asl non si erano accorti di nulla. E passando con le proprie «auto blu» vicino alla cascatella di Sgurgola probabilmente pensavano: com’è romantica…

Angelo Perfetti
IL TEMPO

Lascia un commento

  

  

  

Puoi utilizzare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

febbraio: 2009
L M M G V S D
« dic   apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728