Archivi

E’ la solita corsa alle poltrone

Poi dicono che non ci sono soldi, che la sanità è in crisi. La Sinistra moralizzatrice, quella che gridò allo scandalo per lo Spoil system, cioè il cambio di dirigenza nelle Asl all’arrivo di una nuova Giunta regionale, oggi «spara» in quel di Latina una raffica di circa duecento – dicasi duecento – tra nomine, incarichi e ammennicoli vari. Alla faccia della nuova dirigenza che verrà, e troverà uno «status quo» zeppo di figure professionali gratificate in «zona Cesarini» dal governo di centrosinistra e dal suo apparato. L’obiezione che si tratti di tutte figure di provata professionalità (concetto sul quale potremmo anche andare ad approfondire, spulciando situazione per situazione) non regge: qui in ballo c’è la correttezza nei confronti della macchina amministrativa, e cioè dei cittadini stessi. Solo un ingenuo può pensare che una sfilza di nomine fatte con gli scatoloni del trasloco già pronti possa essere frutto di un programma di lavoro piuttosto che di una strategia di uscita che permetta di conservare il «potere» all’interno della sanità locale piazzando figure, apicali e non, nei posti chiave della gestione ordinaria. È un «modus operandi» divenuto ormai strutturale a chiunque detenga il potere, salvo poi gridare allo scandalo quando a farlo è la parte avversa. È questo che allontana la politica dai cittadini, è questo che avvilisce le nuove generazioni, ed è sempre questo che «droga» il mondo del lavoro.

Lascia un commento

  

  

  

Puoi utilizzare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ottobre: 2010
L M M G V S D
« set   nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031