Archivi

Pdl, un patto prematrimoniale per evitare sorprese

L’unica regola è che non ci sono regole. Questa tornata di Amministrative, come la prossima nel 2013, vede nella regione Lazio sia il centrodestra sia il centrosinistra frammentati. Il Pd deve fare i conti – è li sta già facendo in altre sedi regionali – con la forza centrifuga dei vendoliani o dei dipietristi. La strada delle primarie si è rivelata ben lungi dall’essere stabilizzatrice politica, anzi ha acuito i dissapori interni alla coalizione. Magari funziona in sede elettorale, ma certo mina alla base un progetto politico che si è detto fondato non sulla scelta di vincere nelle urne ma di costruire un percorso politico.programmatico comune. A destra, nel Lazio, la variabile senza controllo non è nell’estremismo, ma anzi in un centrismo politico-imprenditoriale targato Polverini.

La lista Città Nuove, infatti, non è schierata tout-court a sostengo di quel centrodestra che ha portato la sindacalista Ugl a diventare Governatore, ma sceglie di volta in volta come posizionarsi. Il più delle volte facendo la scelta di stare per conto proprio (erodendo consensi nell’area di centrodestra) e poi aprirsi al dialogo guardandosi intorno a 360 gradi. Un po’ quello che fa l’Udc, che però al contrario di Città Nuove, non fa parte della coalizione di centrodestra pur facendo parte però, a livello regionale, del governo di centrodestra. Già da queste prime considerazioni si intuisce quanto sia complicato mettere ordine in una politica apolide, aggravata a livello locale dalle prese di posizione territoriali.

Il progetto della Polverini, peraltro, ha un respiro più ampio di quello della sola regione Lazio. In Campania Città Nuove concorrerà con liste civiche proprie in tutti i Comuni che andranno a votare i prossimi 6 e 7 maggio. La fondazione creata dal presidente della regione Lazio Renata Polverini e sostenuta, in Campania, dall’ex vice presidente del Consiglio regionale Salvatore Ronghi, si  prepara a dire la sua in Comuni come San Giorgio a Cremano e Torre del Greco, anche con propri candidati a sindaco, come nel caso di Acerra, dove il nome più accreditato è quello dell’avvocato Giovanni Bianco. Anche nel litorale nord del Lazio Città Nuove va da sola, e il Pdl ha un proprio candidato. Accade a Civitavecchia, e accade anche a Cerveteri. Per Fiumicino, che ha ancora un anno davanti, c’è dunque tutto il tempo di capire cosa possa accadere per cercare di arrivare, come centodestra, a una proposta omogenea agli elettori. Sono tante infatti le componenti che vanno valutate. Intanto – cosa primaria – capire chi è a Fiumicino che rappresenta veramente la Polverini. Oggi come oggi infatti siamo in presenza di due differenti circoli, che non dialogano. C’è tempo perché le cose cambino, ma attualmente è così. C’è poi l’Udc che in altri territori è andato col centrosinistra, e dunque anche se attualmente sta col centrodestra è comunque un’incognita per il futuro. E più in generale c’è da governare la corrente centrista, che in mancanza di un “patto” potrebbe creare le condizioni per nuove alleanze. Stando a quanto si vede pubblicamente il possibile candidato del centrosinistra a Fiumicino, Montino, rispetto alla legge sul welfare ha sparato a zero contro la punta di diamante dell’Udc in Regione, l’assessore Aldo Forte,  e dunque per la proprietà transitiva anche contro la Polverini. Ma ciò non ha impedito a Minturno di fare un accordo Pd-Udc per il candidato sindaco così come a Tarquinia. Meditate gente meditate. Se l’unica regola è che non ci sono regole… c’è solo una via d’uscita: una sorta di contratto prematrimoniale  prima che i giochi comincino, tipo quelli che vanno tanto in voga negli Usa. E la pubblicizzazione immediata di tale patto, non all’ultimo giro di boa, affinché l’impegno preso non possa essere abbandonato lungo la strada.

Angelo Perfetti

Lascia un commento

  

  

  

Puoi utilizzare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

marzo: 2012
L M M G V S D
« feb   set »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031